Le migliori statistiche per il blog nel 2021 - SeoSpirito

Le migliori statistiche per il blog nel 2021

Le migliori statistiche per il blog nel 2021 la dicono lunga: sul web sono presenti più di 1,86 miliardi di siti e il numero di blogger previsto, solo negli Stati Uniti, è di circa 32 milioni. Oggi, una percentuale incredibile di persone, per l’esattezza il 77%, legge quotidianamente online.

L’importanza di comunicare attraverso il sito web cresce a dismisura. Lo dimostrano i dati relativi agli utenti che, negli USA, hanno effettuato un acquisto dopo aver letto un blog: il 61%.

Per tale ragione, essere blogger attivi, detenendo a regola d’arte un proprio sito web, è divenuta una necessità impellente, un modus vivendi assolutamente proficuo.

Da quando le aziende hanno focalizzato l’attenzione sul marketing organico, il bisogno di creare blog è salito. In effetti, tramite un sito web, la possibilità di generare collegamenti, diffondere una maggiore consapevolezza del proprio brand e veicolare il traffico organico è palese. Sono questi i motivi cardine che hanno incrementato, a livello globale, il numero di blogger. Inoltre, grazie ai social, utilizzati dal 97% dei blogger, i risultati hanno raggiunto traguardi importanti.

L’articolo che segue vuole mostrare una panoramica completa sui blog, rispondendo alle domande più significative di chi vuol fare del proprio sito uno strumento potente di crescita: quali caratteristiche deve avere un contenuto, cosa può generare un blog e come deve comportarsi un blogger per avere successo?

Come devono essere i contenuti di un blog

Le migliori statistiche per il blog nel 2021 lo confermano: creare siti web è all’ordine del giorno. Si stima che il 44% dei blog sia alimentato da un unico Content Management System: WordPress. Attraverso questo CMS e altre piattaforme simili, il web è popolato da miriadi di parole. Ma come devono essere i contenuti di un blog affinché possano “coinvolgere” più persone?

Partendo dal presupposto che per avere un blog di successo è necessario stabilire un equilibrio tra qualità e quantità dei contenuti, è statisticamente confermato che gli articoli con oltre 3000 parole raggiungono risultati più importanti.

Seppure tale lunghezza non sia da considerarsi come risolutiva, è ritenuta valida per una buona ottimizzazione. Il 55% dei blogger, difatti, conferma di ottenere risultati con articoli che superano 2000 parole. La spiegazione è semplice: poiché i contenuti più lunghi sono ottimi per le parole chiave a coda lunga (quelle formate da più termini), raggiungono prestazioni superiori. Inoltre, includendo più informazioni, è più semplice si posizionino tra i primi posti nelle pagine di ricerca di Google. Questo porta, anche, a condivisioni maggiori sui social.

Un contenuto, per essere efficace, deve avere il titolo a prova di Click Through rate.  Innanzitutto essere accattivante, con la giusta combinazione tra parole chiave, spirito creativo ed emotività. Un titolo che esprime un valore emotivo, in effetti, può ottenere fino a 1000 condivisioni per articolo. E poi, se oltre a contenere un massimo di 8 parole, viene arricchito da due punti o dai trattini, è in grado di incrementare la percentuale di click fino al 9% in più.

Migliorare il contenuto di un articolo richiede una conoscenza specifica delle abitudini di lettura del pubblico. Se, ad esempio, si conosce la media che un utente dedica alla lettura di un articolo, questo può essere modificato nella lunghezza. Medium ha analizzato le prestazioni dei blog asserendo che 1600 parole o 7 minuti di lettura garantiscono risultati migliori.

Come accennato poche righe fa, la qualità dei contenuti gioca un ruolo molto importante. Gli articoli che rispondono alle necessità dei lettori, vengono premiati. Non a caso, il 17% dei titoli sul blog sono “How-to” perché effondono un messaggio chiaro su quello che l’utente può aspettarsi di leggere.

Gli elementi visivi sono un altro valore aggiunto. Le migliori statistiche per il blog nel 2021 affermano che il 26% dei blogger inserisce 2 o 3 immagini, raggiungendo solidi risultati. Mentre il 39%, aggiungendone oltre 10, ottiene incredibili possibilità. Le fotografie di persone reali, poi, incrementano il 35% in più di conversioni. D’altra parte, anche i podcast o gli audio possono riflettere una profondità maggiore degli articoli, esaltando non solo il contenuto, ma anche la sensazione e il messaggio che offrono.

La ricerca del 2018 effettuata da Omnicore parla chiaro: i contenuti video, favoriti per il 51% dagli utenti online,
hanno una probabilità del 50% in più di generare traffico organico.

Quali sono i risultati che un blog può portare

Da quello che si evince, in fatto di risultati e profitti, un blog può realmente fare miracoli. Search Engine Watch, in una ricerca, afferma che l’80% dei mercati online utilizza gli annunci a pagamento sul web per realizzare i propri obiettivi:

  • la maggior parte per creare un proprio pubblico,
  • il 65% lo impiega per indirizzare il traffico, il 52% per generare un pubblico di nicchia,
  • e il 42% per promuovere nuovi prodotti o servizi.

Come anticipato nell’introduzione, il blog è uno strumento potente per le vendite. Il 61% degli utenti online in America, difatti, ha effettuato il primo acquisto dopo aver letto un post, un articolo o a seguito di una recensione. Più di qualsiasi altro strumento, ha la capacità di instaurare relazioni di fiducia.

Sempre restando alle migliori statistiche, fare blogging garantisce risultati positivi di business, lo dichiara l’80% dei blogger. Le aziende che scelgono di scrivere in modo attivo sul web, vedono crescere del 126% i lead.

I dati riportati confermano con determinazione una realtà: i blog restano ancora una tra le principali opzioni di ricerca per quanto riguarda l’acquisto di qualche prodotto o servizio. Inoltre, elargiscono informazioni utili, generano credibilità e influenzano le scelte degli utenti. Il 47% dei clienti arriva a compiere un acquisto dopo aver letto 3-5 articoli.

Di sicuro, il blog è una fonte reale di guadagno. Il 19% dei blogger intervistati ha svelato che il marketing di affiliazione, considerato come fonte principale di entrate, è basilare.

Il potenziale in termini di visibilità e guadagno che offrono i blog è infinito. Basti pensare alla maggior parte dei siti web che vanta innumerevoli lettori, per capire le opportunità che può offrire: il 17% ha constatato di realizzare maggiori proventi vendendo proprio ai lettori. Ovviamente, più il traffico del blog è alto, superiori saranno i profitti. Nella top 20 dei blog online, troviamo siti che, mensilmente, guadagnano milioni di dollari.

Il blog è, sicuramente, una fonte di traffico organico, fidelizzazione, consapevolezza e conoscenza del brand aziendale, costituzione di un pubblico, credibilità, condivisione, aumento dei lead, crescita del business e rilevanti entrate. Scusate se è poco.

Come si comporta il blogger di successo?

Un blogger, per definirsi di successo, deve agire con costanza e quotidianamente. In primis, partendo con l’analizzare le abitudini dell’utente, reperendo tutte le informazioni utili, per poi passare a esaminare le statistiche relative ai blog e ai blogger.

Studiare le abitudini di questi ultimi, difatti, può migliorare il processo di scrittura e suggerire nuove strategie per implementare e potenziare gli articoli. La campionatura effettuata su 170.000 articoli di blog, ad esempio, ha evidenziato una preferenza di lettura, da parte degli utenti, dalle 7:00 alle 10:00 del mattino. Questo dato aiuta a ideare il piano editoriale, perché consente di veicolare gli articoli in quella fascia d’orario, ottenendo una maggiore visibilità e condivisione.

I blogger di successo diversificano: infografiche (con il 61% sono tra i più popolari), immagini, presentazioni aziendali, video, casi studio, guide pratiche, webinar, quiz online e risorse dei social.

Bisogna compiere una vera e propria esplorazione sulle tipologie di contenuti che portano traffico, è perentorio.

Altro fattore da considerare: capire se adattare contenuti e titoli, o riprendere e pubblicare vecchi articoli perché in passato avevano raggiunto importanti risultati, è fondamentale. Dati alla mano, più del 60% dei blogger ripubblica gli stessi articoli sia sul sito che sui social media. In effetti, seppure già edito, un pezzo può ancora indirizzare traffico organico e generare condivisioni. Dunque, diviene importante rielaborare i contenuti aggiungendo nuove informazioni.

Un blogger di successo dedica tempo al contenuto dei propri articoli. Si stima che abbia bisogno di 3,5 ore in media per ogni singolo pezzo, ma chi dedica 6 ore di scrittura (il 38% dei blogger) raggiunge maggiore successo, arrivando a superare il benchmark.

Un’ottima strategia, poi, è quella mirata alla creazione di titoli accattivanti, persuasivi e di successo. Il 58% dei blogger intervistati scrive 2-3 titoli prima di scegliere quello definitivo. Porre attenzione alla modalità di ricerca, alla tipologia di approccio e alla scrittura è centrale. Il 54% dei blogger, ad esempio, per rendere migliori i propri articoli, si affida a un editor.

Un elemento a cui spesso non si riflette, è la comunicazione globale. Le statistiche del blog WordPress hanno evidenziato che il 71% degli articoli è scritto in inglese, seguito dallo spagnolo con il 4,7%. Poiché, oggi, la maggioranza degli utenti parla inglese, adeguare un contenuto in più lingue assume valore.

Altra constatazione rilevata dalle migliori statistiche per il blog nel 2021, è quella riferita alla pubblicazione. Un blogger di successo deve essere assolutamente online in modo costante per non spingere i lettori verso altri siti di nicchia. Al contempo, non può eccedere con gli articoli perché potrebbero essere considerati spam.

In realtà, la frequenza con la quale si pubblica dipende molto dalla tipologia di pubblico e blog. Gli articoli brevi, ad esempio, possono essere postati più volte nell’arco della giornata. Il sondaggio rivela che il 22% dei blogger pubblica 2-3 articoli a settimana.

La risposta che ne deriva è molto positiva: il 60% di chi posta contenuti quotidianamente ottiene buoni risultati, mentre il 67% di coloro che pubblicano ogni giorno raggiunge traguardi eccezionali. Tuttavia, solo il 46% dei blogger che creano contenuti più volte al giorno dichiara di avere una valida performance.

Per la loro promozione, i blogger che sfiorano le vette più alte in fatto di successo, per indirizzare più traffico al blog, si affidano a:

  • email marketing,
  • annunci a pagamento,
  • guest blogging (effettuato dal 60% dei blogger),
  • influencer marketing,
  • posizionamento organico,
  • social media.

Per quest’ultimo dato, non sorprende che il 97% dei blogger, nel 2019, abbia utilizzato proprio questo strumento. Seppure solo il 29% di questi dichiara di ottenere importanti risultati, i social restano un mezzo potente. Lo conferma il 93% dei marketer che vede aumentata la propria visibilità e, di questi, l’88% confessa di raggiungere più traffico.

Infine, il blogger di successo, una volta toccato il traguardo in termini di pubblico, non siede sugli allori in contemplazione, ma continua a far crescere il proprio blog. La SEO, in tal senso, coadiuva il lavoro portandolo a risultati eccezionali: il 53% di coloro che effettuano ricerche per parola chiave realizza ottimi risultati. Il 61% dei blogger le rivolge massima priorità in entrata, mentre il 55% si focalizza sul blog.

Last but not least: è constatato che chi produce contenuti di qualità attivamente ottiene il 97% in più di link in entrata. Oltre ad essere premiato dai lettori e dalle condivisioni che ne seguono, suscita interesse negli altri siti che hanno il desiderio di collegarsi come fonti credibili.

Negli ultimi anni, il numero di blogger è cresciuto notevolmente e le migliori statistiche per il blog nel 2021 lo hanno dimostrato. Le tendenze d’acquisto sono cambiate e un sito web offre reali opportunità per crescere finanziariamente. Ma creare un blog non basta.

L’articolo proposto ha evidenziato che avere un sito necessita di costanza, qualità dei contenuti, diversificazione degli stessi e strategia di marketing. Perseguendo questo modus operandi, gli sforzi compiuti vengono ripagati e l’attenzione posta trasforma in guadagno e successo un’avventura.

Per scrivere questo articolo ho letto e interpretato questa fonte incredibile, leggilo anche tu: https://firstsiteguide.com/blogging-stats/

E poi contattaci! Sappiamo sicuramente farti fare grandi numeri!